Nea Polis

HOME


Spappolamento del M5S: andare alle radici per andare andare “oltre” e ad“altro”.

Lo spappolamento del M5S prosegue, com’era del tutto ovvio, segnato dall’inconcludenza precedente e marchiato a partire dalla decisione di accordo-governo ...
Leggi Tutto

GLI SCOPI DELLE DIMISSIONI DI DI MAIO

Da «capo politico» nonché da «capo delegazione» (la nuova dizione di vice-capo del governo) dei 5S. Da tempo il fantasma svolazzava, da tempo le si chiedevano all’interno degli stessi 5S, da almeno un mese erano in gestazione. In effetti, lo scivolo dal 33% al 17% fino al 7% dei consensi le poneva (cosí è per segretari e capi di partiti, a seguito di batoste elettorali), ma erano state smentite dallo stesso Di Maio, come peraltro aveva fatto, proclamando fieramente «mai ...
Leggi Tutto

L’uso militare nascosto della tecnologia 5G

Al Summit di Londra i 29 paesi della Nato si sono impegnati a «garantire la sicurezza delle nostre comunicazioni, incluso il 5G». Perché questa tecnologia di quinta generazione della trasmissione mobile di dati è cosí importante per la Nato? Mentre le tecnologie precedenti erano finalizzate a realizzare smartphonesempre piú avanzati, il 5G è concepito non solo per migliorare le loro prestazioni, ma principalmente per collegare sistemi digitali che hanno bisogno di enormi quantità di dati per funzionare in modo automatico ...
Leggi Tutto

Mes, Meccanismo europeo di stabilità: di che e di chi, e in che senso? E misfatti connessi

Il presidente bis del Consiglio, Conte (detto ormai «Giuseppi», come da primo tweit di Trump - ma la deformazione pare adatta), fa il nonchalant sul Mes: “è un dibattito surreale”. Però Moscovici, alto addetto Ue, pur prossimo a dismettere la carica, si è catapultato a Roma (“mi piace tanto l’Italia”, quindi, quasi in visita turistica, va a rilasciare dichiarazioni …) per rassicurare: “non c’è da preoccuparsi del Mes, va approvato …”. Anticipato da Gualtieri, noto “uomo Ue” (ha cooperato alla stesura del Mes) e ora (vedi ...
Leggi Tutto

«SOVRANITÀ», «SOVRANISMO» E «SOVRANISTI»

Sul “nodo” della «sovranità», i termini di discredito e, di piú, di confinamento in “una parte”, varati dai media sono «sovranismo» e «sovranisti», che vengono associati a «nazionalismo» e «nazionalisti», da «nazione», e volti a  evocare altri «-ismi», quali «razzismo» e «fascismo». Evocazioni da tempi passati, ma ancora circolanti e pregnanti, oltre che “coltivati” a livello di massa. Gli ultimi «-ismi» evocati sono negati da chi sostiene l’esigenza della ri-acquisizione della «sovranità» italiana, mentre i termini «sovranismo» e «sovranisti» sono accettati, anzi sbandierati, orgogliosamente. Ma, ...
Leggi Tutto

Le manifestazioni di oggi e l’“operazione-Greta”.

Devo tornare, per onestà intellettuale (“merce rara” adesso, forse anche perché di intelletto si vuole averne poco), sulla “cosa” di oggi, 27 settembre. Dalla superficie: non è uno «sciopero» - che è rivolto contro una controparte, per costringerla a cedere, o scendere a trattative, o a rafforzarle, mentre non è questo il caso, essendo d’accordo i massimi «organismi» sovranazionali e i “potenti della Terra”, a meno che non si prenda come controparte “padri e nonni”, Greta dixit (o le fu fatto dire: denuncia ...
Leggi Tutto

Legale vs legittimo – e un quarto “golpebianco”. 

 Consumptum est: tutto è compiuto: il governo 5S-Pd si è imposto; il voto 5S sulla «Piattaforma Rousseau» l’ha acclamato come previsto («sí» del 79,3% dei votanti: i dubbi su tali esiti non sono infondati, né ci si può dare affidare a questa «piattaforma» privata su cui, vedi caso!, è sempre stato approvato in modo schiacciante quanto già deciso dagli “esponenti” del M5S - ma i piú che fondati sospetti non mutano la “cosa”); si è formato il governo Conte «-bis» ...
Leggi Tutto