nea-polis@nea-polis.org

Nea Polis

HOME


Foto da pixabay.com

LABORATORIO POLITICO: UN PRIMO PASSO

Va capito e ribadito che il governo “giallo-verde” Conte, M5S-Lega, esprime le due formazioni che, pur in modi differenti e ...
Leggi Tutto

img_1280

IL SABOTAGGIO DEI SINDACI = «I REAZIONARI SOLLEVANO UN MASSO PER TIRARSELO SUI PIEDI»

I sindaci Orlando, di Palermo, e De Magistris, di Napoli, disapplicano la legge «sicurezza». Altri li seguono, o prudentemente come Nardella, sindaco di Firenze, o Pizzarotti, sindaco di Parma, o piú decisamente, come altri sindaci della Toscana e di altrove. Problema giuridico: un sindaco può disapplicare un Ddl? O commette un’illegalità? Le contromisure del governo e dello stesso Salvini (che ha fortemente voluto il “pacchetto” di misure) sono “morbide”: si fa aleggiare la possibile rimozione di tali sindaci dalla carica, ...
Leggi Tutto
img_1268

Gli Usa si preparano allo scontro con Russia e Cina

A prima vista sembra la sceneggiatura di un film catastrofico di Hollywood. È invece uno degli scenari prospettati nel rapporto ufficiale 2018 dalla Commissione incaricata dal Congresso Usa di vagliare la strategia di difesa nazionale: «nel 2019, in base a false notizie contro le popolazioni russe in Lettonia, Lituania ed Estonia, la Russia invade questi paesi. Mentre le forze Usa e Nato si preparano a rispondere, la Russia dichiara che un attacco alle sue forze in questi paesi sarà considerato ...
Leggi Tutto
img_1249

Ugo Boghetta, Global hypocrisy compact for globalization

(https://www.sinistrainrete.info/articoli-brevi/13931-ugo-boghetta-global-hypocrisy-compact-for-globalization.html?utm_source=newsletter_761&utm_medium=email&utm_campaign=newsletter-sinistrainrete). In sintesi. La proposta del Global Compact for Migration ha scatenato in Italia la solita discussione fra ultras. Il documento è impostato su 10 principi: validità dei diritti umani, uguaglianza di genere, attenzione all’infanzia, approccio governativo, patnership multistakeholder. Attraverso 23 obiettivi: dalla raccolta e utilizzo come base per le politiche alla riduzione dei fattori strutturali che costringono le persone a lasciare il loro paese d’origine, alla garanzia dell’identità legale e documentazione adeguata, al miglioramento di disponibilità e flessibilità dei ...
Leggi Tutto
img_1067

Cosa si nasconde dietro l’attacco Usa agli smartphone cinesi.  

Dopo aver imposto pesanti dazi su merci cinesi per 250 miliardi di dollari, il presidente Trump al G20 ha accettato una «tregua» posticipando ulteriori misure, soprattutto perché l’economia Usa è colpita dalla ritorsione cinese. Ma oltre alle ragioni commerciali ci sono quelle strategiche. Sotto pressione del Pentagono e delle agenzie di intelligence, gli Usa hanno bandito gli smartphone e le infrastrutture della società cinese Huawei, con l’accusa che possono essere usati per spionaggio, e premono sugli alleati perché facciano altrettanto ...
Leggi Tutto
img_0997

Bisogna bocciare ogni idea di adesione al «Global Compact».

È evidente che cosa sia il «Global Compact» targato Onu: è l’ultima azione della (fase del capitalismo detta) «globalizzazione», tendente a dare ancora maggiore “via libera” al completo rimescolamento di esseri umani, nella totale libertà di circolazione di merci e uomini e, soprattutto totale libertà di circolazione e interventi dei capitali, sotto il cui comando sfrenato è proceduta, appunto, la «globalizzazione». Ultima azione, ma ormai fuori tempi massimi, perché la spinta saliente è alla rottura e superamento di questa fase, ...
Leggi Tutto
Immagine da Pixabay.com

ANCORA DATI SUI GILETS JAUNES

Ancora dati sui gilets jaunes. Paiono in corso tentativi di importare anche in Germania il movimento dei gilets jaunes francesi (https://www.jobsnews.it/2018/11/germania-il-movimento-francese-dei-gilet-gialli-passa-il-confine-e-contagia-lestrema-destra-tedesca-messaggi-neonazisti-razzisti-e-xenofobi-allarmano-berlino/): «primi segnali si sono avuti quando alcuni gilet gialli sono comparsi nei giorni scorsi in diverse città tedesche, per esempio a Norimberga, Monaco, Hannover e persino di fronte al Check-point Charlie a Berlino. Piccoli assembramenti, per ora, sparuti gruppi di manifestanti arrabbiatiche», anche se, va detto, apparirebbero condotti da settori dell’estrema destra tedesca. Tuttavia gli “arrabbiati” non mancano in ...
Leggi Tutto