nea-polis@nea-polis.org

Nea Polis

LA NOVELLA DELLO STENTO

debitiPA

debitiPA
La tragedia della Grecia: titolano e dicono giornalai e televisionai. Ma, in verità, piú che una tragedia, pare la «novella dello stento»: sí, quella «che durava tanto tempo; te l’ho a dire o te la dirò?». E, alla risposta «dimmela», ricominciava da capo -senza fine. Situazione grottesca, con tanto del tedesco Schauble in carrozzina che pare proprio il (sempre tedesco) Dottor Stranamore dell’omonimo film, con Tsipras che presenta altre proposte scritte a mano sulla carta intestata dell’albergo in cui sta, e con ulteriori aggravi prospettati per il popolo greco, nonostante il «no» del referendum, in vista dell’agognato accordo -per la cui conclusione viene sempre piú gravando la volontà Usa di impedire la fuoriuscita della Grecia da euro, poi Ue, poi (adombrata) dalla Nato, e le ulteriori aperture alla Russia.

La vera tragedia della Grecia è stata la sua adesione a questa Ue e alla sua pestifera moneta, la presenza in essa di ricchi assurdi (in primo luogo gli armatori) ossia di una feroce oligarchia, di forze politiche (di destra, di centro, di sinistra) nemiche del popolo al servizio di tale oligarchia e degli imperativi esteri, le ricadute di una popolazione rimbambita con la “necessità dellUe e dell’euro”, rispetto alla quale ha “funzionato” e “funziona” la posizione di Tsipras & Co. & coacervo-Syriza, posizione da “mezzi-e-mezzi” – “nell’Ue sí, nell’euro sí, ma non troppo”, ossia a condizioni favorevoli.

Be’, mutatis mutandis, pare proprio di essere … in Italia, dove siamo ancora in una condizione simile alla situazione greca precedente, in cui sono sempre al governo le forze politiche nemiche del popolo (Pd in primis, ma non solo), e dove si prefigura una possibile situazione simile a quella greca attuale. Ma la linea dei “mezzi-e-mezzi” non può continuare a lungo: prima o poi deve svoltare da una delle due parti (con caduta degli gestori, se ricadono negli imperativi della Troika-sotto-mutato-nome, oppure con la loro forzatura a procedere su quanto il buon senso dice già da tempo). E questo si è comunqueposto, che riescano o no le ulteriori trattative, e gli ulteriori cedimenti, di Tsipras & Co.

MM

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *