Nea Polis

L’ultima, ennesima, infamia.

Allora, a quanto pare, il Conte-bis è infine riuscito a far passare una proroga dello «stato di emergenza» – piú ridotta: prima puntava al 31.12.2020, poi almeno al 31.10.2020, ora si “accontenta” del 15.10.2020, ma sempre proroga. E che «stato di emergenza» è? Per ora ome quello in vigore fino al 31.07.2020, ossia quello presente, ma … ma con la possibilità di far riscattare un Lockdown tipo «fase 1» “all’occorrenza”. “Occorrenza” possibile, dato il montare delle contraddizioni, proteste, azioni contrarie, manifestazioni, che si amplierà e si accentuerà sicuramente da settembre in poi (anche in connessione con le elezioni in ben 6 Regioni, nonché in una serie di Comuni).

La stessa pseudo-opposizione si è un po’ “svegliata” dall’«alternativa unica» in cui finora si è calata e scrogiolata – vedi il discorso di Salvini in Senato, in cui (citando vari scienziati e medici) dice … be’, un’ovvietà, ossia che lo «stato di emergenza» senza emergenza è un’assurda prevaricazione (ciò anche a seguito dell’audizione in Senato del gruppo di magistrati, scienziati e medici raccolti nell’«Eretico»). È evidente che il Conte-bis con i suoi accoliti – «comitati» e maggioranza parlamentare – sta giocando il tutto per tutto, accettando anche di subire altri colpi, oltre a quelli già previsti, nelle elezioni settembrine.

Tale proroga è, senza dubbio, ancora una volta anti-Costituzione e legalità, e dichiara platealmente che il Conte-bis & accoliti vuole imporre al popolo e al paese il piano delle élites gobaliste, della Cina, della totale sussunzione all’Ue – sfidando le stesse pressioni e minacce degli Usa di Trump.

Sono «delinquenti, criminali» (come ha detto la Cunial in S. Croce, il 20.06.2020) e – va ribadito – sono traditori del popolo, del paese, della nazione, e sono i veri “untori”, che – con il supporto degli infami media, che proseguono a scaricare indecenti balle su «focolai» e contagi, nonché delle stronzate dei medici che accettano di fare gli “impiegati” di questo attentato, gettando nel cesso il giuramento di Ippocrate – continuano a “ungere” la massa di “gente” che hanno gettato nella psicosi-da-Covid, e nell’abiezione della museruola (inutile e nociva), “gente” che arriva a calzarsela anche a letto.

Bisogna dare un giudizio netto: chi è piú «delinquente, criminale», traditore, “untore”, questi «delinquenti, criminali» e traditori e “untori”, o chi li sostiene, li appoggia, li vota? Il riferimento ai parlamentari piddini e 5S è chiaro (e ai quattro gatti di LeU e altri), ma anche ai loro vari supporters nel paese. E Mattarella, «garante della Costituzione», che fa? Firma anche quest’ultima infamia, e resta nel suo silenzio-assenso?

Insistiamo a dire che occorre raccordare e compattare tutte le forze sane del paese – ed è sano chi non accetta questa finta epidemia, chi respinge quest’ultima, ennesima, infamia, chi rifiuta l’inaccettabile «stato di emergenza» senza alcuna base e fondato su schifose menzogne –, per andare allo sfondamento di questi «delinquenti, criminali», e traditori e “untori”. E che bisogna che questo raccordo incominci a disobbedire in massa (altro che savoir faire, altro che “ci atteniamo alle regole”, quando questi farabutti le hanno violate e calpestate tutte!) contro le schifose prevaricazioni di questi «delinquenti, criminali», e traditori e “untori”, e contro l’abiezione della gentaglia e gentuccia che li accetta, li sostiene, li segue.

MM

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: