Nea Polis

MENO MALE CHE C’È LA RUSSIA

89771_russiaputinisis

Non solo Putin ha detto ciò che in realtà è (o dovrebbe essere) evidente, ossia chel’Ue subordinata alla «strategia del caos» degli Usa e serva degli Usa non poteva che aspettarsi l’ondata migratoria ingestibile e senza fine che è in atto, ma ha anche inviato forze russe a sostenere il regime siriano di Assad per contrastare i cosiddetti «ribelli» e combatte i criminali pazzi (ossia islamisti coerenti) dell’Isis, onde giungere alla stabilizzazione del paese, fermando quindi una delle fonti dell’emigrazione.

Certo, la “cosa” andrebbe proseguita nei paesi del Vicino oriente e Nordafrica -sicuramente, si tratta di sostenere regimi autoritari e militari, ma almeno non-islamisti e tesi a impedire lo sfascio dei rispettivi paesi (la chiacchiera sulla «democrazia» – del tutto falsa: si voleva soltanto attuare forme di regime liberale, sulla falsariga di quanto c’è da noi, come in Occidente – è solo servita alle mene devastanti della «strategia del caos» statunitense e delle potenze maggiori alleate). E certo, si tratta di contrastare la distruttiva guerra economica che si intreccia con la guerra guerreggiata (e di rintuzzare l’oppressività di Israele). Ma è altrettanto certo
44che nell’Ue e dall’Ue niente si muoverà in tal senso. Perciò, meno male che c’è laRussia e che ha incominciato a fare qualcosa di fattivo e sensato – finalmente.

MM

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: